Bari BA - 70124 - Via Monte Grappa, 137 0808415075 3519422294 - agenziapugliacauzioni@gmail.com - luigibarnaba@gmail.com

EDILIZIA A RISCHIO RICICLAGGIO

Edilizia a rischio riciclaggio, in forte aumento i cambi di titolari effettivo

Nel settore edile sono ben 3.477 i subentri effettuati nell’ultimo anno, una variazione pari al 6% (1,3% media Italia). Prendendo in considerazione tutti i settori, sono oltre 35 mila i cambi di intestazione nelle società di capitale nel 2021. I più interessati: edilizia, giochi, scommesse e ingrosso autoveicoli. In aumento del 23,4% (138 mila nel 2021) le operazioni a rischio riciclaggio sospette certificate dai dati di Banca d’Italia.

 

La pandemia e i massicci interventi di sostegno all’economia hanno generato una forte crescita dei fenomeni di riciclaggio e di infiltrazioni criminali nel nostro tessuto produttivo, con un aumento nel 2021 delle segnalazioni di operazioni sospette del 23% secondo i dati di Banca d’Italia. I segnali Cerved relativi a fenomeni di riciclaggio indicano che edilizia, giochi e scommesse, ingrosso autoveicoli, produzione e vendita di energia elettrica e strutture ricettive risultano i settori in cui i fenomeni sono in crescita e più diffusi; Lazio e Campania le regioni più colpite.

 

Molti segnali legati a fenomeni di riciclaggio evidenziano che il fenomeno è esploso soprattutto nell’edilizia.

 

Nel 2021 il comparto edilizio ha fatto registrare un boom delle nascite (+56,4%),con una crescita della natalità piuttosto anomala influenzata dai diversi incentivi pubblici introdotti nel settore (superbonus 110%, bonus facciate ecc.). Nell’edilizia, si registra anche un aumento dei cambi di titolare effettivo nettamente superiore alla media (6,0% vs 1,3%). È l’unico comparto che combina aumenti del titolare effettivo e crescita della natalità.

 

Nell’edilizia le regioni che hanno registrato un forte aumento dei titolari subentrati sono Trentino (variazione 65,9%), Molise (58,8%) e Puglia (34,5%); incidenza elevata in Lazio (5%) e Campania (4,7%). Le province più interessate dai cambi di titolare effettivi subentrati: Roma (523), Milano (257) e Napoli (230). In percentuale: Isernia (10,1%), Padova (5,8%), Roma, Napoli e Siracusa (5,4%).

 

TUTTI I SETTORI

 

Prendendo in considerazione tutti i settori, nel corso del 2021 le società di capitale italiane hanno visto complessivamente cambiare oltre 35 mila titolari effettivi, un dato che risulta in lieve aumento rispetto al 2020 (+1,3%) e che incide per il 3,7% sul totale delle imprese italiane.

 

settori più interessati da cambi di titolare effettivo sono, oltre all’edilizia, i giochi e le scommesse e l’ingrosso autoveicoli.

 

A livello regionale, l’incidenza del fenomeno è particolarmente elevata nel Lazio (4,4%) in Campania (4,2%), mentre gli aumenti più consistenti si registrano in Molise (+15,4%) e nelle Marche (+13,4%). A livello provinciale: Roma (4,7% con 4.594 cambi), Padova (4,6% con 718), Siracusa (4,5%), Napoli (4,5% con 2.108 cambi).

 

Le variazioni radicali delle attività nel corso del 2021hanno riguardato soprattutto settori fortemente colpiti dal Covid settori appartenenti alla filiera sanitaria. Alcuni comparti (giochi e scommesse strutture ricettive) associano variazioni ateco più frequenti a una forte crescita dei titolari effettivi subentrati. Prendendo in considerazione i 19.738 complessivi cambi di ateco, che hanno riguardato il 2,1% delle imprese analizzate, i settori che mostrano un’incidenza maggiore del fenomeno sono: commercio online (8,9% con 453), organizzazione di fiere e convegni (5,9% con 157), autonoleggi (4,7% con 86) e consulenza societaria (3,7% con 1.231).

 

GLI ALERT DI CERVED

 

Cerved trae dai suoi archivi una serie di informazioni che possono essere segnali di allerta in ottica antiriciclaggio (assenza movimentazioni, consultazioni, changeover improvvisi dei soci ecc.)

I segnali di allarme legati ai rischi AML risultano mediamente più diffusi nelle regioni del Centro-Sud. In generale, emerge un maggiore rischio in Trentino Alto Adige, Basilicata e Puglia . Fra i settori a maggior rischio per incidenza dei segnali di allarme AML: Produzione di Energia Elettrica (12,2%), Industria Discografica (7,9%) e Club Sportivi (6,4%).

 

In settori come la produzione di energia elettrica, i club sportivi, costruzione di infrastrutture e autonoleggi, l’alta incidenza degli alert è associata a una maggiore frequenza dei cambi di titolare effettivo.

CERVED indagine marzo 2022
Segnali di rischio di riciclaggio nei diversi settori e territori
AML-Monitor.pdf [2.71 MB]
Download